Le rughe frontali, le rughe della regione glabellare (tra le due sopracciglia) e delle cosiddette “zampe di gallina” (dovute alla contrazione del muscolo orbicolare), possono essere efficacemente trattate con la proteina purificata derivata dal clostridium botulinum, nota come botox.

Che cos’è il Botox

Il botox è uno dei prodotti presenti in commercio e utilizzato nella medicina estetica da più di 20 anni. Questa tossina, prodotta artificialmente in laboratorio, serve a ridurre l’attività dei muscoli mimici responsabili delle rughe di espressione.

Perché ricorrere al botox

Lo scopo del botox, non è quello di paralizzare i muscoli che sono responsabili delle rughe in mezzo al sopracciglio, di quelle frontali, e delle cosiddette “zampe di gallina”, ma semplicemente ridurne l’attività. Infatti piegandosi e contraendosi continuamente, questi ultimi provocano delle pieghe a livello cutaneo e in quelle pieghe la cute si assottiglia, diventa più leggera e forma una ruga. Mettendo a riposo quei muscoli la pelle, che è un organo vivo, riesce a ricostituire la matrice fondamentale di queste pieghe e così si vedranno molto meno nel corso del tempo.

Modalità di intervento

Il trattamento consiste nell’iniettare quantità minime e predefinite di proteina purificata del botulino in specifiche regioni del volto, con lo scopo di ridurre l’intensità della contrazione di alcuni muscoli mimici del viso stesso.

Vantaggi

Un corretto uso del botox determina un effetto di ringiovanimento con aspetto più riposato.

Durata del trattamento

La durata della seduta è di circa 20 minuti, ed è praticata in ambulatorio.

Attenzione: il botox deve sempre essere usato da mani esperte e bisogna essere certi della sua provenienza.

Gli effetti e la durata del botox

L’effetto del Botox inizierà a comparire dopo 3 giorni e in maniera definitiva dopo 10.

Il risultato perdura per 4/5 mesi, per poi scomparire gradualmente.

E’ bene non ripetere il trattamento prima di 4-6 mesi. Questo perché il prodotto deve essere completamente riassorbito dall’organismo. Se si eseguono delle infiltrazioni troppo spesso, si può stabilire una resistenza e quindi non avere più effetto.

CONTATTACI