Labiostimolazione autologa mediante tecnica PRP (plasma ricco di piastrine), è uno dei metodi di ringiovanimento più innovativo degli ultimi tempi.

Perché scegliere il PRP

Restituisce alla pelle turgore ed elasticità, rendendola più tonica, luminosa, fresca e giovane senza rischi di allergia, rigetto o effetti collaterali possibili, con l’utilizzo di sostanze non autologhe.

Un trattamento biologico, dunque, non solo estetico, ma anche una terapia atta a migliorare le condizioni vitali della propria cute.

In cosa consiste il trattamento PRP

Il trattamento consiste in un prelievo di sangue (una provetta). Il sangue è poi inviato al laboratorio analisi dove, sotto controllo dei medici di laboratorio, viene processato e centrifugato andando a separare la componente cellulare dalla componente sierosa. Quest’ultima è quella che, ricca in piastrine e fattori di crescita concentrati, è poi utilizzata nelle zone da trattare mediante microiniezioni con ago sottilissimo.

Vantaggi

L’effetto di rigenerazione è stimolato nelle zone trattate dall’alta concentrazione di fattori di crescita, promuovendo così una riattivazione dei tessuti in senso rigenerativo e stimolando la trasformazione dei fibrociti quiescenti in fibroblasti attivi produttori di collagene e matrice extracellulare.

Quali zone possono essere trattate con il PRP

Le zone che si possono trattare sono:

  • viso
  • collo
  • mani
  • calvizie

Risultati

Visibili dopo un paio di settimane dalla prima applicazione (a seconda della risposta del paziente). Il trattamento va ripetuto almeno due volte (fino a 4-5 volte) a distanza di tre-quattro settimane e poi una volta ogni sei mesi/un anno.

CONTATTACI