LASER CO2 FRAZIONATO ULTRAPULSATO

Nel campo della medicina estetica il laser CO2 frazionato ultrapulsato, invisibile e a raggi infrarossi, ha letteralmente soppiantato il bisturi in molti tipi di intervento.

La luce sottilissima prodotta dal laser ad anidride carbonica, penetra nei tessuti colpiti solo per 0,1-0,2 millimetri, portando la temperatura dell’acqua contenuta nei tessuti a 100°C con conseguente sfaldamento delle cellule superficiali della cute.

Il laser ha segnato un’importante svolta nel trattamento degli inestetismi della pelle.

Perché utilizzare il Laser Co2 Frazionato Ultrapulsato

Il laser Co2 frazionato ultrapulsato compatta la pelle ed elimina i segni dell’invecchiamento. Permette di eliminare gli strati superficiali danneggiati, stimolando il “resurfacing cutaneo” donando alla cute un aspetto più luminoso, un colore più uniforme e una texture più compatta.

Prima di utilizzare il Laser Co2 frazionato ultrapulsato

Prima dell’utilizzo, bisogna detergere e pulire bene la cute per togliere eventuali residui di trucco.

Come agisce il Laser Co2

Questo laser al biossido di carbonio, permette la stimolazione di zone millimetriche adiacenti della cute. La stimolazione che compie il fascio di biossido di carbonio permette il riarrangiamento della matrice profonda e una riattivazione della sintesi proteica da parte dei fibroblasti con produzione ex novo di collagene ed elastina, rendendo quindi la cute più tonica e tesa. Si può fare anche sul collo e sul decolleté.

Quando va utilizzato il Laser Co2

È ideale nei casi di pelle molto segnata dal tempo e poco elastica, ma anche in pelli segnate da cicatrici di acne o esiti di trauma. Elimina gli strati più superficiali ma è anche in grado di determinare un’importante contrazione delle fibre collagene ed elastiche presenti nel derma e rendendo la pelle molto più tonica (“effetto lifting”).

Quanto dura una seduta di Laser Co2 frazionato ultrapulsato

La seduta di laser Co2 frazionato ultrapulsato, dura circa 15 minuti e viene eseguita in ambulatorio senza anestesia.

È una procedura dolorosa

È una tecnica non dolorosa, forse un pò fastidiosa. A potenze molto elevate, bisogna utilizzare degli accorgimenti come pomate anestetiche mezz’ora prima del trattamento.

Effetti collaterali temporanei

A fine procedura si percepirà un leggero bruciore e arrossamento del viso, che verrà attenuato da una pomata molto grassa da mettere per due giorni, per favorire la guarigione e alleggerire l’arrossamento. Bisogna tenere molto idratata la pelle nella settimana successiva.

Quante sedute ci vogliono e con quale scadenza

Il trattamento ideale prevede una sessione ogni mese per 3-4 volte e successivamente un trattamento di mantenimento ogni 6-8 mesi circa.

Precisione assoluta

L’ottima focalizzazione dell’apparecchiatura laser permette di trattare le zone in modo preciso e pulito, ma sopratutto in modo uniforme su tutto il viso quindi il risultato del trattamento è un insieme di piccolissimi puntini impercettibili subito dopo e assolutamente invisibili pochi giorni dopo il trattamento stesso.

Ritorno al sociale immediato

Il tempo della ripresa delle attività individuali varia dalla profondità e intensità di azione del fascio laser. Nella modalità più leggera è possibile l’immediata ripresa delle attività. Se il trattamento è più intenso e profondo la ripresa delle attività sociali sarà possibile dopo 36/48 ore.

Nei giorni post-trattamento verrà prescritta una terapia a base di unguenti e sieri, utili per velocizzare la ripresa e coadiuvare l’effetto che desideriamo ottenere.
Il Laser Co2 frazionato ultrapulsato si può associare ad altre procedure

Può associarsi a qualunque procedura dal botox, all’acido ialuronico. Può essere utilizzato in sala operatoria durante un intervento di lifting per migliorare la regione periorale.

CONTATTACI