Via le “occhiaie” senza ricorrere alla blefaroplastica. Ecco alcuni interventi non invasivi

Via le “occhiaie” senza ricorrere alla blefaroplastica. Ecco alcuni interventi non invasivi

Molte persone, giovani e meno giovani, si lamentano di cerchi scuri sotto gli occhi, comunemente chiamati occhiaie, ma per varie ragioni, non vogliono ricorrere alla blefaroplastica, l’operazione chirurgica specifica per eliminare questi inestetismi. Molte sono le cause che provocano queste ombre sotto la palpebra inferiore. Fondamentale è scoprirle, per trovare il trattamento non invasivo più giusto per correggerle o rimuoverle da sotto gli occhi.

Le cause che provocano le occhiaie e i vari trattamenti non invasivi

Spesso tali cerchi scuri, sono causati dallo strato sottile della pelle che mostra il colore blu violaceo delle piccole vene e vasi sanguigni sotto pelle. In questi casi, possono essere migliorati attraverso ripetuti trattamenti con il Laser Co2 frazionato ultrapulsato che produce nuovo collagene negli strati più profondi della pelle delle palpebre inferiori, contribuendo, così, a rimuovere i cerchi sotto agli occhi attraverso una dermoabrasione. In ogni caso, protezione solare e occhiali da sole sono buone misure preventive.

A volte, invece, alcune persone hanno una piccola depressione nell’osso della cavità oculare vicino al naso, che provoca l’ombra sotto la palpebra inferiore. In questo caso, il trattamento migliore è la blefaroplastica con inserimento di grasso. Se, però, non si vuole intervenire chirurgicamente, una valida alternativa non invasiva, sono i fillers di acido ialuronico.

Per le borse sotto gli occhi, invece, la tecnica più efficace e permanente, rimane sempre la blefaroplastica inferiore. Durante l’intervento, infatti, il grasso in eccesso che causa gonfiore e occhiaie, viene rimosso per dare all’occhio un aspetto più giovanile.

Per maggiori info potrete consultare la pagina Blefaroplastica